RICICLABILITÀ DELLA CARTA: arriva la norma UNI 11743:2019

Il più grande contributo alla circolarità nel settore cartario italiano deriva dal comparto degli imballaggi, che rappresentano il 47% dell’utilizzo della carta. Nei processi produttivi  del comparto  l’utilizzo di macero è stato nel 2017 pari al 92%. Oggi la realizzazione dell’imballaggio a base carta prevede comunemente l’utilizzo di trattamenti o accoppiamenti con altri materiali, in primis la plastica. Lo scopo è ampliare il ventaglio di applicazioni disponibili e rispondere alle rinnovate esigenze di funzionalità e sicurezza. Infatti, la complementarietà delle caratteristiche fisiche e meccaniche di carta e plastica rende possibile il raggiungimento di livelli ottimali di proprietà barriera dell’imballaggio composito, con conseguente aumento della shelf life dei prodotti e, con particolare riferimento al comparto alimentare, riduzione dello spreco di cibo. Il conferimento di tali funzionalità alla carta deve però passare per una corretta progettazione dell’imballo, determinandone anticipatamente il grado di riciclabilità. Nel 2017 Aticelca (Associazione Tecnica Italiana per la Cellulosa e la Carta), con il supporto di Comieco, Assocarta, Assografici, Innovhub-SSI e Lucense, aveva pubblicato il metodo di analisi della riciclabilità degli imballaggi in carta e dei prodotti a base cellulosica MC 501-17. Nel mese di aprile 2019 la nuova norma UNI 11743:2019 “Carta e cartone – Determinazione dei parametri di riciclabilità di materiali e prodotti a prevalenza cellulosica” ha ripreso interamente il metodo Aticelca per definire la procedura di laboratorio volta a determinare i valori dei parametri significativi per  la riciclabilità dei prodotti in carta. La definizione dei criteri di valutazione per la riciclabilità del materiale a prevalenza cellulosica (costituito per oltre il 50% in peso da materiali cellulosici) rimane in capo al “Sistema di Valutazione Aticelca 501”. Il passaggio del metodo a norma UNI assume maggior rilievo considerando che apre ora la possibilità di presentare la norma al CEN, Ente di Normazione Europeo. SAES Coated Films, grazie alla tecnologia del coating, produce film sottili con altissime proprietà barriera, adatti all’accoppiamento con substrati in carta per la progettazione di imballaggi riciclabili secondo i criteri Aticelca.  Per saperne di più: https://bit.ly/32JKRs3